Bruner. La mente a più dimensioni e quel genio di Wygotskij

Inviato da Eugenio Lince il Lun, 03/09/2018 - 12:58

Le scelte che guidano le nostre azioni non sono meno importanti delle azioni stesse, se non riusciamo ad agire, se i nostri pensieri sono bloccati, è molto probabile che vi siano difficoltà nell’effettuare le scelte.

Alienazione e Reificazione. Hyppolite su Lukács

Inviato da Leo Essen il Ven, 31/08/2018 - 22:38

Lukács ha scritto un libro (molto vasto) sul giovane Hegel. Si tratta di un libro di storia della filosofia, composto secondo lo stile marxista. Un tale tentativo, dice Hyppolite (Alienazione e Oggettivazione: a proposito del libro di Lukács sul giovane Hegel), è destinato al fallimento. Non si può ridurre la filosofia a ideologia, e spiegare tutto in base a criteri economici o sociali. Si tratta di un difetto già presente in Hegel - dice Hyppolite.

Sputiamo su Hegel. Carla Lonzi

Inviato da Leo Essen il Lun, 30/07/2018 - 13:37
Carla Lonzi ritratto

Nel mese di Settembre del 1970 Carla Lonzi scrive Sputiamo su Hegel. Il testo è pubblicato a Milano nel 1974, per Rivolta Femminile.
Carla Lonzi muore nel 1982, all’età di 51 anni.
Si tratta di un intervento contro il marxismo e il leninismo, contro il fallocentrismo e, soprattutto, contro il teleologismo che dominava tra i comunisti italiani (del PCI e di altri partitini più piccoli). Un teleologismo che, nonostante il ripudio di Hegel, domina ancora oggi, nelle sue varianti Polemologiche.

CCCP – Fedeli alla linea, anche quando non c’è. Intervista a Mario Cacciapuoti

Inviato da Leo Essen il Mer, 04/07/2018 - 14:25

LE La vita di Foucault era un’opera d’arte, disse Maurice Blanchot. Anche la tua vita è diventata un’opera d’arte. Anzi, diverse opere d’arte. Se consideriamo i Libri e Dischi ispirati alle tue avventure bolognesi.
Cosa significa diventare opera d’arte?

MC Da un lato possiamo considerare l’arte come Archivio. Non mi riferisco solo all'aspetto, per così dire, museale dell’arte. Il museo non esaurisce tutte le possibilità dell’archivio. Anche se oggi le possibilità di museificazione sono aumentate a dismisura.