Hegel

Il manovale non pensa. Sohn-Rethel: Lavoro intellettuale e lavoro manuale

Inviato da Leo Essen il Ven, 28/09/2018 - 10:49

Alfred Sohn-Rethel impiegò circa 50 anni prima di riuscire a pubblicare il suo primo importante libro. Molte furono le vicende che ne rallentarono la pubblicazione, non ultime la guerra e l’emigrazione. Nel 1924, per sfuggire all’inflazione, si trasferì a Capri e visse con lo stipendio elargito dell’editore Venzky come anticipo per la scrittura di un libro sulla filosofia della cultura. In Campania conobbe Ernst Bloch, Walter Benjamin, Adorno e Kracauer.

Marxismo e filosofia. Karl Korsch

Inviato da Leo Essen il Gio, 20/09/2018 - 10:33

Marxismo e filosofia di Karl Korsch, pubblicato nel 1923, viene spesso accostato a Storia e coscienza di classe di Lukács, pubblicato lo stesso anno. Solo alla fine della stesura di Marxismo e filosofia Korsch viene a conoscenza del libro di Lukács. La sorpresa è grande. La sintonia tra i due libri è enorme. A legarli sono molti temi, al centro dei quali c’è Hegel.

Non c'è Alienazione. Althusser, Per Marx

Inviato da Leo Essen il Gio, 13/09/2018 - 12:04

In una nota (7) all'ultimo capitolo (1963) di Per Marx Althusser chiama finalmente in causa, neanche direttamente, György Lukács e il suo fortunatissimo libro, pubblicato nel 1922, Storia e coscienza di classe. Tutta la teoria, oggi in gran voga, della «reificazione», scrive Althusser nella nota, poggia sulla proiezione della teoria dell’alienazione dei testi giovanili (e particolarmente dei Manoscritti del ’44), sulla teoria del «feticismo» del Capitale.

Lukács: Prefazione a Storia e coscienza di classe

Inviato da Leo Essen il Ven, 07/09/2018 - 13:28

Storia e coscienza di classe di György Lukács è stato pubblicato nel 1923. Non si tratta di un testo organico, ma di una raccolta di articoli scritti in anni precedenti e in circostanze diverse, esclusi i saggi La Reificazione e Considerazioni metodologiche, composti appositamente per questo libro. Proprio questi due ultimi saggi – soprattutto il primo – hanno avuto un’influenza vastissima.

Alienazione e Reificazione. Hyppolite su Lukács

Inviato da Leo Essen il Ven, 31/08/2018 - 22:38

Lukács ha scritto un libro (molto vasto) sul giovane Hegel. Si tratta di un libro di storia della filosofia, composto secondo lo stile marxista. Un tale tentativo, dice Hyppolite (Alienazione e Oggettivazione: a proposito del libro di Lukács sul giovane Hegel), è destinato al fallimento. Non si può ridurre la filosofia a ideologia, e spiegare tutto in base a criteri economici o sociali. Si tratta di un difetto già presente in Hegel - dice Hyppolite.